E-mail

La Polarità del Potere e dell'Amore

21 maggio 2010 - Traduzione  di  Magda Cermelli

Salve, amati, Io sono Metatron, Signore della Luce, e saluto tutti voi nell’Amore Incondizionato!

Maestri, la vostra vita è un viaggio di esplorazione. I vostri soggiorni sulla Terra sono un’opportunità meravigliosa per scoprire ed esplorare quello che è dentro e fuori di voi. Voi siete una squisita odissea di algoritmo. La terza dimensione serve per aiutarvi a spostarvi più in alto, e perciò lavora mano nella mano con il rompicapo algoritmico facilitando e inducendo la manifestazione esterna dello spirito interiore tramite la mente frontale.

Le ottave disponibili nella terza dimensione sono evidenziate nel vostro soggiorno  iniziale e nelle campagne dei Piani Terrestri. Ma mentre progredite, la terza dimensione deve cedere il passo alle ottave cristalline più elevate della quinta dimensione perché si verifichi  nell’Ascensione il vero avanzamento verso “l’illuminazione” Mer-Ki-Vica.

Di conseguenza, mentre progredite sul sentiero dell’illuminazione, ci saranno molte esperienze che si manifesteranno durante il viaggio. All'inizio della Ricerca, i crocevia ed i bivi sono relativamente facili da vedere con riferimento alla strada che dovrebbe essere presa. Perché inizialmente l’impeto della decisione si basa sulla alquanto ovvia polarità contrastante di quello che può essere definito bianco e nero, decisioni tra giusto e sbagliato, amore ed odio. Le scelte sono relativamente facili in questa fase, sebbene possa non sembrare così al momento.

Così, mentre procedete, è veramente un dono che le prove e gli errori vi consentano di vedere i vostri passi falsi. Ognuno di voi farà degli errori, ma in tali errori di crescita è imperativo che siate sempre gentili con voi stessi ed anche di sostegno agli altri lungo il loro percorso. Vi diciamo con certezza che quando nelle fasi successive rivedrete la vostra vita in retrospettiva sarete meravigliati del viaggio che avete fatto. Vi meraviglierete delle apparenti difficoltà e prove personali e a posteriori desidererete di essere stati più consapevoli della bellezza intorno a voi, e deliziati per le giustapposizioni positive dei complicati test che sembravano così difficili. Perciò, prendete tempo nell’ADESSO, mentre andate avanti per deliziarvi semplicemente nella vostra ESSENZA.

Mentre ognuno di voi progredisce in spirito e saggezza il percorso accelera verso soggiorni più impegnativi e complessi e allo stesso modo cambia la polarità. Il bivio lungo la strada diventa meno polarizzato nel comportamento ovvio. La chiarezza tra il bianco ed il nero diventa un po’ più sfumata di grigio ed è richiesta una maggiore riflessione per distinguere il vero sentiero della Maestria.

Polarità dell’Amore e Potere

E così allora è inevitabile che, quando raggiungete le fasi accelerate, siate costretti a fare scelte che sono meno evidenti nell’immediato. Queste spesso non sono più scelte ovvie tra quello che può essere definito “amore e odio” o “bene o male” nei modi più sottili, le scelte si spostano tra l’AMORE e il POTERE. Ogni traguardo raggiunto, vi porta nei regni più elevati, nelle dimensioni più elevate ed in effetti il paradigma della polarità differisce ad ogni nuovo stadio.

Vedete, l’Amore e il Potere sono forse le più interessanti e complesse lezioni di vita. Il Vero Potere esiste dentro la grazia dell’AMORE. Ma l’apparente paradosso è che l’Amore richiede anche la forza di volontà per completarlo nella dualità.  Una delle lezioni che l’umanità ha sperimentato in Atlantide è che a volte la forza è necessaria nella forma più elevata  per affrontare le ambizioni oscure di coloro che cercano di imprigionare gli altri e di usare le risorse per il controllo del mondo. Uno dei vostri saggi una volta ha affermato: “Il male può trionfare soltanto quando ‘i buoni’ non fanno nulla”. Ma come fare è una grande sfida che dovete risolvere, perché è ugualmente importante. Le guerre non finiscono combattendo altre guerre. Si avrà la pace soltanto quando sarà più desiderata della guerra, e verrà attivamente proiettata nella manifestazione della realtà con la straordinaria forza dell’AMORE.

L’equilibrio è il Rubik finale

Di conseguenza molti di voi nei soggiorni avanzati hanno serie di vite (negli ologrammi temporali multidimensionali) che seguono un breve scopo sullo studio focalizzato di Amore e Potere, o uno o l’altro. Queste vite possono diventare sequenze di esperienze drasticamente diverse e separate, e molti di voi adesso hanno il compito di unire i due nelle fasi finali della crescita assimilata.

In altre parole, ci sono ricerche specifiche di vita per imparare a creare responsabilmente il potere, che sono in parallelo in due stringhe distinte dedicate all’apprendimento degli aspetti dell’Amore in una stringa, e del Potere in un’altra.

Spesso queste due prendono “percorsi spirituali” talmente diversi che le espressioni e le sperimentazioni terrene sono così fortemente in contrasto che può avvenire, ed in effetti avviene,  quella che può essere definita una frammentazione dell’anima

Nel caso in questione, molti di voi hanno una serie di vite nel “tessuto”,  vite di servizio negli ordini religiosi, monastici, sacerdotali, ecc, dove l’obiettivo è imparare l’umiltà ed il beneficio di servire gli altri con una natura amorevole aperta.

E poi anche voi, in quello che spesso si esprime in modo alquanto diverso, avete una stringa di connessione a soggiorni in esplorazioni di potere, dove vi trovate in ruoli chiave di leadership. Queste vite possono essere come governanti, capi di governo e commercio, membri di dinastie regnanti e persone con un’immensa ricchezza economica.

E’ un aspetto interessante nei filtri della dualità che le espressioni della vostra personalità  in questi due studi paralleli siano spesso così crudamente dissimili e contrastanti da esserci una separazione della coscienza di polarità tra i due. Per qualche verso questo succede allo stesso modo, anche se con scopo diverso, nei vostri soggiorni maschili o femminili. Gli umani tendono a considerare che la maggior parte delle loro vite siano come maschi o come femmine. Gran parte dei maschi nell’umanità non riconosce o non si relaziona alle molte vite che hanno vissuto nella forma femminile, e viceversa. E’ una separazione tridimensionale.

E così questo differenziale si verifica in modo ancora più potente nelle stringhe della vostra vita per apprendere la responsabilità del Potere e le sfumature dell’Amore. Entrambi sono di così vasta portata  che viene scelto un modello ambientale ed astrologico completamente diverso per queste due lezioni polari, ed un abisso spirituale separa i due, che è necessario riportare insieme.

Vite di Sevizio e vite di apprendimento del Potere

Lo scopo delle vite di servizio spesso può creare problematiche che richiedono fermezza. Questo comprende problemi di:

1)  Amore per se stessi – L’incapacità ad amare se stessi a causa di una programmazione interiore di “peccato originale”,  il bisogno del perdono basato sul vizio innato nell’umanità come viene insegnato dai testi religiosi. Il risultato è una bassa auto-stima e questo è in conflitto con la vostra Divinità come Aspetti di Dio Creatore.

2)  L’incapacità a manifestare l’Abbondanza: il rifiuto dell’abbondanza economica  ed una incapacità a creare ciò che è necessario a livello economico a causa di vite con voti di povertà.  Si ha la percezione/convinzione errata che la spiritualità non possa coesistere con la ricchezza economica.

3)  Fallimento nelle relazioni: squilibrio tra il dare e il ricevere. Vite di servizio soprattutto in ambito religioso spesso possono portare all’incapacità a ricevere. Ci sono persone spirituali per natura che sono in grado di dare ma non di ricevere, ed il risultato ancora una volta è un aspetto di  squilibrio nell’amore verso se stessi, problemi di autostima, la convinzione che sia “meglio dare che ricevere”. Ci deve essere equilibrio. Si stabiliscono relazioni dove uno dà sempre ed il risultato è un rapporto a senso unico, che inevitabilmente fallisce.

4)  Bigotteria religiosa: aspetto di un comportamento ipercritico, che condanna gli altri che possono sembrare avere un comportamento non etico o non conforme al medesimo sistema di moralità o religione

Vite per apprendere il mantenimento responsabile del Potere spesso conducono a problematiche difficili come:

1)  Squilibrio dell’ego – basato su un senso di superiorità, auto-esaltazione e diritto.

2)  Controllo – la caratteristica di cercare di imporre la propria volontà agli altri in scenari inappropriati. Il bisogno di essere responsabili ed avere altri che “seguono” i vostri ordini.

3)  Auto-indulgenza – un aspetto di egoismo e pigrizia. Incapacità a lavorare sull’autostima, ed un aspetto di eccessi per se stessi, eccessi nello spendere, nel mangiare, concentrazione sul piacere.

Così, come abbiamo affermato, poiché tutti voi avete bisogno di imparare ad amare ed anche a creare in maniera responsabile, voi programmate ed avete stringhe di vita totalmente separate nelle “creazioni” di Potere e nelle “creazioni” d’Amore nelle quali lo studio e l’esperienza principali possono essere così diversi da diventare estremamente polarizzati.

Le personalità in ognuno evolvono in modo così diverso in alcuni casi che apparentemente si verifica quella che può essere definita una frammentazione d’anima o una polarizzazione d’anima all’interno degli ologrammi multidimensionali delle vostre “vite”. Alcuni di voi sarebbero alquanto scioccati dagli estremi. Molti di voi nei contesti spirituali proverebbero repulsione per le espressioni della personalità che avete sperimentato nell’apprendimento del potere e viceversa. Di qui la “frattura spirituale”… Tuttavia, tutto deve essere armonizzato,  “recuperato” e riconciliato nell’armonia spirituale. Si deve scegliere il bene in ognuno e lasciar andare quello che non serve.

Questo recupero ed armonia possono e devono verificarsi. Un tale processo viene insegnato nella fase della M er-Ka-Va, il secondo livello del Corpo di Luce della Mer-Ki-Va Cristallina. Perché mentre raggiungete le fasi più impegnative delle vite, voi fondete i due flussi vitali e questo è tra i puzzle più complessi, ed uno degli ultimi pezzi necessari per la vera Maestria.

Pertanto mentre recuperate, e molti di voi lo stanno facendo ADESSO, fonderete le due catene di studi nell’esperienza attuale. Questo rappresenta una grande sfida, perché a volte arriverete a “bivi algoritmici sulla strada” lungo il percorso dell’illuminazione dove dovete scegliere tra due direzioni.

Si presenta un bivio lungo la strada che vi sembrerà essere quello giusto in entrambe le direzioni. Il bivio è tra il Potere e l’Amore, ed entrambi, carissimi, sono necessari. Così la decisione è quale ha la precedenza, e tale lezione è una tra le più difficili che incontrerete.

Amore non significa permettere a qualcun altro di pestarvi i piedi e Potere non significa pestare i piedi di coloro che si trovano “sulla vostra strada” quando siete sicuri di avere ragione.

Il doppio taglio della Leadership

Per coloro che raggiungono una posizione autorevole nella leadership spirituale, il processo decisionale diventa estremamente critico, perché richiede la responsabilità a promulgare la verità per mantenere quello che è stato appreso. L’influenza, carissimi, è la spada a doppio taglio della leadership spirituale e deve sempre essere temprata e forgiata nella saggezza.

Tutti voi siete scintille del Creatore. Tutti voi siete una famiglia composta della Mente Divina. Così ricordate mentre progredite, di realizzare che l’amore è una chiave frequenziale che non può mai essere dimenticata. Eppure ci saranno momenti in cui tutti gli umani dimenticano. E parlo a tutti voi qui presenti.

Mettere in pratica le vostre parole è imperativo nella leadership spirituale. Tuttavia, mentre proseguite, le insidie sono più difficili da vedere e ci possono essere volte in cui siete meno pazienti con chi ha una mentalità diversa dalla vostra, è meno evoluto. E questo in sé è un’impostazione di prova e crescita.

Vi supplichiamo di non mettervi su un trono, e non abbandonate coloro che risiedono in quelli che possono sembrarvi i recessi più oscuri del cuore e della mente. Non condannate coloro che tentano di gettare dubbi su di voi e puntano il dito per gli errori degli altri anche quando gli accusatori si rifiutano di vedere i difetti in se stessi.

E mentre riconosciamo che questo è più facile a dirsi che a farsi, non allontanatevi dal conflitto tanto velocemente e  sdegnosamente che la vostra fretta e la vostra reazione spasmodica vi rendono ciechi ad una verità più grande. Prendete tempo per fare auto analisi, e fatelo da una posizione di distacco. Uno dei vostri “Quattro Accordi” non vi dice di “non prendere mai nulla personalmente”? Vi è davvero saggezza in questo.

Vi offriremo un’altra perla di saggezza, e prendete un attimo per considerare attentamente questo: la Saggezza non deriva automaticamente dal semplice accumulo di conoscenza, indipendentemente da quanto vasta essa sia. Viene piuttosto dall’intensa filtrazione dell’ esperienza e auto-revisione nel puro pensiero imparziale.

La vera saggezza può verificarsi soltanto in condizioni di esame non emotivo della vostra esperienza tramite il vostro atteggiamento interiore in terza persona! E per fare questo dovete filtrare le credenze inconsce negative associate con l’esperienza nella mente tridimensionale. Capite?

Uccidere il Serpente

E, Maestri, riconosciamo effettivamente  la grande sfida a questo riguardo quando l’ironia delle frustrazioni quotidiane sembra richiedere di concentrare completamente l’attenzione della vostra coscienza sulla terza dimensione. Richiede uno sforzo tremendo arginare la potente ondata di emozioni e l’impeto della paura per la sopravvivenza nella dualità, tuttavia deve essere fatto, e prima o poi ognuno di voi lo imparerà! Questo è il simbolismo nell’uccisione del serpente nelle vostre allegorie e metafore religiose. E richiede di pensare con una mente chiara.

In effetti tutti voi nell’accedere alla quinta dimensione in determinati periodi incontrerete questo cambiamento concettuale come esperienza soggettiva della mente chiara. Entrerà come un puro pensiero imparziale e sembrerà una tonificante onda rinfrescante. E’ una matrice vibrazionale della quinta dimensione che ognuno di voi deve riconoscere e poi coltivare. Perché è il meccanismo che vi allontana dalla gabbia dorata dell’occulta esaltazione dell’ego. E quando fondete le vite di Potere e d’Amore tutti voi avrete determinati ostacoli da superare, che non avete affatto capito che erano dei blocchi perché nella terza lezione, essi possono esservi serviti per arrivare ad un certo punto della crescita.

Questo inevitabilmente si verifica quando voi riportate i vostri flussi vitali di Potere ed Amore nell’unità.  Accadrà in un momento di chiarezza. Entra in un’onda cristallina, uno tsunami blu in un campo di apparente superconduttività esplorata e sperimentata all’interno della Mer-Ki-Va.

E’ una spirale di AMORE e Potere nella loro pura natura frequenziale. Mentre questi sono non-polarizzati in senso tridimensionale, l’intersezione di due “correnti cristiche” a croce è dove inizia il recupero e l’unificazione dell’anima nella Mer-Ki-Va. Questo inizia nella dimensione del cinque. Voi potete accedere veramente soltanto alle ottave cristalline nella quinta dimensione quando il vostro campo aurico raggiunge  il circuito  13-20-33 e la frequenza  che ne risulta è in grado di vibrare nella espansiva e pura creatività cristallina della Mer-Ki-Va. Nel punto d’entrata della Mer-Ki-Va, la dualità e le frequenze polarizzate che per così tanto tempo hanno fatto parte delle vostre esperienze nella terza dimensione all’interno dei campi elettromagnetici della griglia precedente cederanno alla sempre più grande espansibilità del campo cristallino unificato. Fonderete gli aspetti della polarità del maschile-femminile nell’interezza integrale unificata mentre entrate nella Mer-Ka_Va e Mer-Ka-Na, e la dualità tridimensionale sembrerà meno consequenziale nella sua naturale declinazione nei regni superiori. Nel punto d’entrata della Mer-Ki-Va, le frequenze polarizzate della dualità, che così a lungo hanno fatto parte delle vostre esperienze nella terza dimensione all’interno dei campi elettro-magnetici della griglia precedente, si arrenderanno alla sempre più grande capacità di espansione del campo cristallino unificato. Fonderete gli aspetti polari del maschile-femminile nell’unità integrale unificata mentre entrate nella Mer-Ka-Va e nella Mer-Ka-Na, e la terza dualità sembrerà molto meno consequenziale nella sua declinazione naturale nei regni superiori.

L’interminabile viaggio dell’Integrità

Ma questo risultato richiede attenzione e sforzo di unificazione. Come vi abbiamo detto tante volte, la crescita spirituale e la leadership spirituale sono un viaggio e non una destinazione. Richiede di mantenere una costante auto-analisi e ricalibratura.

Molti attraverso gli eoni di  tempo hanno colpevolizzato la leadership quando il potere conduce allo squilibrio dell’ego. Perché effettivamente il destriero el POTERE può accecare e sbilanciare il cavaliere e con la sua velocità portarlo verso percorsi rocciosi e terreno dissestato.

Tutti voi sarete tentati dalla seduzione del potere, tutti voi ... soprattutto quando la notorietà e la celebrità entrano in gioco. Quando l’auto-esaltazione dell’ego entra, spesso è come se fosse entrata attraverso una finestra sul retro lasciata aperta, ed è inosservata, irriconoscibile, perché non era il vostro intento.

La spia di demarcazione si ha quando avere “ragione” assume un’importanza maggiore dell’amore. E Maestri, spesso la trama dell’ego nel campo energetico è così sottile che la caduta è invisibile all’individuo. Quante delle vostre guerre sono state combattute in una spirale discendente di distruzione dalle cosiddette fazioni religiose, in lotta per il dogma di ciò che è “sacro” e la cui Verità è l’unica Verità.

Maestri, l’umiltà è la chiave. Non prendete mai voi stessi tanto sul serio da perdere di vista la vostra umanità all’interno della dualità.

Il doppio taglio dell’Ego

I vostri dotti, saggi e testi religiosi tutti vi dicono che il rilascio dell’ego è la chiave per trovare Dio. Ma c’è davvero un grande divario di concetto tra questo consiglio e la sua applicazione percepita dalla maggioranza degli umani. L’ego risiede nella mente frontale, la mente conscia, ed è lo strumento necessario nella polarità-dualità della terza dimensione  che permette di avere una consapevolezza empirica di sé e dell’individualità.

Perciò è necessario separare gli aspetti dell’ego che servono alla vostra crescita da quelli che non lo fanno. Altrimenti come può un umano nella sua ricerca spirituale dell’ “illuminazione” cogliere le complessità della “resa dell’ego”? Si verificherà spesso una crisi di comunicazione interiore, ed è qualcosa che tutti gli umani nella dualità devono risolvere, a prescindere dal livello del loro quoziente di luce.


Il “Principio di Peter” Spirituale

Ma vi diciamo che l’ego è inevitabilmente il colpevole che crea, nella vostra lingua, il “ Principio di Peter” spirituale [www.it.wikipedia.org/wiki/Laurence_Peter].

Il vostro “Principio di Peter” nel mondo degli affari e manageriale afferma che uno può salire al proprio livello di incompetenza. Quello che fa sì che siate promossi ad un livello,  fa sì che siate sabotati al livello successivo! Con un semplice giro di parole, vi diciamo che nella Crescita Spirituale, spesso gli umani si elevano al loro livello di inesperienza e quell’inesperienza frequentemente può condurre ad una temporanea caduta dalla grazia.

Quando l’ego porta all’arroganza avviene un corto circuito elettrico nel livello di base del campo aurico.  Il circuito necessario 13-20-33 viene allora disconnesso, si perde il “segnale” di una chiara comunicazione con il sé superiore, sostituito da onde variabili di staticità ed interferenze.

Ahankara rappresenta l’aspetto di una esagerata importanza di sé  che porta all’arroganza. La vera strada è l’esperienza, spesso attraverso tentativi ed errori, causa ed effetto, di rendersi conto che la resa dell’ego significa riconoscere la scintilla divina in ognuno di voi, e la volontà di permettere alla vocina del sé superiore, del Sé Divino, di indicarvi la strada. Come tale l’ego deve essere regolato e monitorato dall’auto-analisi. E a tale auto-analisi si deve dare voce in una condizione di aperta neutralità. Nell’auto-analisi l’ego deve essere lasciato andare e le azioni osservate dalla vostra “terza persona” interiore, ammettendo la possibilità che possiate essere in errore. C’è una sfida in questo… ed è una sfida con un fine meritevole.

Il potere è una grande seduzione e tentazione. Molti metafisici e leader spirituali sviluppano dipendenza all’adulazione. E quando questo accade, si verifica un sottile cambiamento in cui essi perdono il circuito 13-20-33 e non soltanto diventano “bloccati”, in realtà essi diventano “sottrattori di energia” in una spirale discendente.

Un’ombra scende tra i bordi della strada di mezzo su come mantenere il perfetto equilibrio d’amore e potere con ego ed umiltà. L’amore deve sempre essere la chiave e la massima saggezza è imparare che arrendersi all’Amore porta  ad un tremendo Potere, ed è il Potere nella sua forma più alta. Ma sentire le parole della Verità non è la stessa cosa che imparare e sperimentare la VERITA’.

Il Discernimento è la Chiave per la Maestria

Ci sono molti in metafisica con una grande conoscenza spirituale che sviluppano un forte impulso a condividere quella conoscenza. Mentre questo in sé è un attributo positivo, è anche necessario evitare le trappole dell’ego di sentirsi un “Essere Superiore” e un “Guru”. E’ giusto far conoscere il mistero, tuttavia ogni persona deve usare il discernimento individuale per trovare la propria voce interiore. Il tempo del guru è passato. Ognuno di voi adesso è obbligato ad essere la guida di se stesso. Il discernimento è la chiave. Se qualcosa non vi risuona, allora respingetela.

L’obiettivo finale  è sviluppare la Divinità dentro di sé. L’obiettivo finale non è “canalizzare i Maestri Ascesi o gli Angeli” ma piuttosto  canalizzare la vostra Divinità interiore. Per essere chiari, effettivamente ci sono anime che canalizzano i Maestri Ascesi e gli Angeli, ma questo non lo si può ottenere senza canalizzare prima la divinità del SE’, ed accedere al Maestro dentro di voi è tutto ciò che è necessario o richiesto. Voi siete DEI!

E così terminiamo questo messaggio in odore di VERITA’: il discernimento individuale è sempre la chiave, perché la verità di uno può essere la follia di un altro. Ed il modo in cui si armonizzano le molteplici VERITA’ è una grande prova di spiritualità.

Il più grande Potere è il Potere dell’Amore. Amate voi stessi ed amatevi l’un l’altro, perché l’unità dell’AMORE è un grande straordinario risultato per l’umanità in micro e macro. Maestri, sappiate che siamo sempre con voi e vi onoriamo in questo incredibile viaggio.

Io sono Metatron e condivido con voi queste Verità. Voi siete amati.

E così è.

 

©Copyright 2009  www.earth-keeper.com   - Queste informazioni possono essere liberamente divulgate per intero o in parte, a condizione non vengano alterate e ne venga citata la fonte. Non possono essere pubblicate su giornali, riviste ecc. senza il consenso dell'Autore.