E' giusto praticare l'aborto?

Assolutamente no e per un motivo molto semplice. L'atto di concepire una nuova vita prevede che l'unione tra un uomo e una donna crei un embrione in cui Dio fin da subito gli inserisce la sua energia (l'anima, appunto). Se così non fosse non, potrebbe innescarsi quel processo di vita intelligente che nessuno è ancora riuscito a ricreare artificialmente. Anche l'inseminazione artificiale, infatti, parte dalla manipolazione di cellule prelevate da esseri umani e non create sinteticamente. Quindi, qualsiasi intervento umano fatto in qualsiasi stadio di avanzamento della gravidanza  per interromperla è una interferenza in un progetto di Dio che magari, proprio il quel corpo materiale, aveva previsto di inserirci un'anima destinata a dare un contributo fondamentale all'evoluzione dell'umanità.
Praticamente abbiamo fatto un grande sacrilegio.

<< Indietro