I Servitori E-mail

Non è un segreto, oggi, per le menti attente e avide di sapere, che nel sistema solare e quindi sulla Terra si stanno verificando cambiamenti profondi e senza precedenti, dovuti al passaggio dall’Era dei Pesci a quella dell’Aquario. Viviamo in un’epoca di purificazione e trasformazione radicali, tutto si sta modificando, tutto è in movimento, in divenire. Tutti gli abitanti di ogni singola parte del mondo stanno attualmente sperimentando le prime ondate di un’immane emanazione di energia divina verso la Terra. E’ ora in atto una metamorfosi globale senza precedenti, che sta accelerando lo sviluppo umano e causando grandi cambiamenti alla vita terrestre, e che presto, con la nascita del Nuovo Mondo, innalzerà l’umanità in una nuova era di esperienze e conoscenza superiori.

Questa occasione davvero unica sta attirando l’interesse e l’attenzione di molti altri esseri del vasto universo, e il Pianeta Terra, dal momento che occupa una posizione chiave nel nostro sistema solare e nel complesso della nostra galassia, è diventato una sorta di incrocio attraversato dall’enorme “traffico” proveniente da altri pianeti, mondi e densità. I membri di diverse confederazioni interstellari - molte delle quali hanno i rispettivi rappresentanti attualmente incarnati fisicamente sulla Terra - si sono avvicinati al nostro Pianeta per aiutarci durante l’ormai imminente Grande Transizione, che avrà effetti benefici su tutte le forme di vita del nostro mondo. Il pianto dell’umanità è stato ascoltato, e questi esseri forniranno il loro supporto amorevole a chi ne ha bisogno e a chi lo richiede con sincerità.

Quelli che abbiamo chiamato Servitori provengono da altri sistemi altamente evoluti, dove lo sviluppo spirituale ha raggiunto un livello tale che amore e solidarietà incondizionati sono conosciuti ed espressi spontaneamente. Molti di loro fanno parte di civiltà molto progredite, che hanno e mantengono un allineamento con la Volontà divina di gran lunga superiore a quello dell’umanità, e quindi hanno sviluppato un miglior rapporto con lo Scopo Universale e unità di pensiero e azioni. Al fine di onorare l’impegno che in tempi assai remoti hanno scelto di prendersi con l’umanità, alcuni di questi esseri superiori hanno assunto sembianze umane sulla Terra nel corso di milioni di anni, altri lo stanno facendo ora per la prima volta e altri ancora hanno scelto di non utilizzare corpi fisici e di rimanere nei mondi nascosti, seppur vicini al nostro Pianeta, per aspettare, accogliere, udire e rispondere alle richieste di aiuto di chi, incarnato sulla Terra, ne richiede l’intervento per motivi non egoistici e con intenzione consapevole.

Ci sono molte e diverse classi di Servitori che hanno ora assunto la forma umana sulla Terra e che provengono dai piani interiori o superiori di vari sistemi stellari. Questi esseri benevoli, solerti e impegnati, hanno scelto di scendere nelle dense sfere dei nostri corpi planetari per guidare l’umanità in un compito molto importante. Questi emissari del bene non sono tutti anime individuali nel senso ordinario del termine. Oltre a un vasto numero di anime collettive e di gerarchie di messi divini che si sono dovuti scindere in incarnazioni individuali per poter svolgere la loro funzione di Servitori, sulla Terra vi sono anche le parti migliori di quei grandi esseri multidimensionali, o ultraterrestri, che per loro natura svolgono principalmente la funzione di mente cosmica per le migliaia di entità collettive operanti attraverso i vari mondi e densità sparsi nell’universo. Simili a tante piccole scintille sprigionate da una grande fiamma eterea, queste eminenti forme di vita hanno scelto di frammentare temporaneamente la loro unità per poter ampliare il raggio d’azione del loro aiuto attraverso alcune frequenze vibrazionali inferiori del Cosmo, e alla fine hanno assunto un corpo fisico sul nostro Pianeta. Questo è davvero un grande atto di compassione, ed è da queste intelligenze sublimi reputato di importanza vitale in questo momento decisivo per lo sviluppo spirituale della Terra, e porterà con sé delle conseguenze davvero positive, mai conosciute dall’umanità nel corso della sua intera storia.

I Servitori che sono già passati attraverso numerose incarnazioni hanno, in passato, lottato più volte contro le oppressioni, i pericoli, i dolori e i dispiaceri della vita terrestre; affrontando tutte le prove e le sfide necessarie, si sono sempre battuti per la giustizia sul nostro Pianeta. Collettivamente, hanno calcato ogni passo della via della sofferenza, sono passati attraverso tutte le esperienze fisiche terrene, hanno superato ogni difficoltà, e hanno resistito. Costoro, per la specie umana hanno più volte affrontato il sacrificio del sé personale o inferiore, sono i martiri e i santi dei tempi passati e conoscono bene, quindi, il significato della completa rinuncia a qualsiasi cosa possa essere preziosa in questo mondo, dell’incondizionato rifiuto del superfluo, scelte che rappresentano anche il requisito essenziale per tutte le anime che, sulla Terra, ambiscono davvero alla crescita spirituale. Non c’è nessuna avversità, nessun sacrificio, nessuna dolorosa perdita personale che questi Servitori non abbiano a loro volta affrontato. Hanno esplorato tutti i sentieri della conoscenza sulla Terra, sono scesi nelle più profonde vallate della vita e nei più oscuri abissi dell’inferno. Da lì si sono arrampicati fin sulla cima della montagna della crescita spirituale, e sono poi andati oltre, hanno trasceso sia lo spazio che il tempo, liberandosi di qualsiasi identificazione col sé individuale per diventare solo brillanti punti di luce nella Mente Universale; ed è questo che li rende dei perfetti Servitori del genere umano, perché è per questo che oggi sono di nuovo tra noi: per aiutare.

Poiché, dunque, i Servitori conoscono la quintessenza del dolore e comprendono a fondo gli abissi del peccato e della sofferenza nei quali può sprofondare l’umanità, i loro metodi possono essere perfettamente calibrati alle nostre necessità individuali. Inoltre, allo stesso tempo, la loro consapevolezza della liberazione che si deve ottenere in questo momento critico - il passaggio tra due Età - e la loro comprensione della maggiore libertà garantita dal rifiuto dei vecchi e superati modi di vita in favore dei paradigmi dell’emergente mondo nuovo, permettono loro di capire a fondo gli attuali bisogni della specie umana.

I Servitori che si stanno oggi risvegliando sul nostro Pianeta sono caratterizzati da un amore ardente e deciso che, riguardo al bene della Terra, è inamovibile. Possono essere riconosciuti grazie all’intelligenza spirituale che hanno sviluppato attraverso innumerevoli vite terrene ed extraterrestri, durante le quali sono partiti dal livello più basso dell’evoluzione fino ad arrivare molto vicini all’emancipazione finale dalla materia, che presto molti di loro raggiungeranno. Si distinguono per la profondità della loro esperienza, forgiata dal tempo stesso e da molteplici interazioni con numerose e varie forme di vita, e per il coraggio e l’impegno che da ciò discendono e che, essendo il risultato di anni di sforzi, fallimenti e sforzi rinnovati, ed avendoli alla fine condotti alla vittoria, possono essere messi al servizio dell’umanità.

I Servitori che hanno a lungo sperimentato la vita sulla Terra sono capaci di persistere nel loro compito anche quando sembrano aver subito molto più dolore di quanto ne possano sopportare, e conoscono la determinazione che trionfa su tutte le sconfitte, poiché è fondata su un pazienza coltivata a lungo, su un’esperienza estesa e sullo Scopo divino. Di conseguenza, li si può riconoscere dalla loro forte abnegazione, che è sia illuminata sia consapevole, e finalizzata all’aiuto, accordandosi alla perfezione agli immediati bisogni della specie umana e quindi idonea agli schemi del Piano Divino per la Terra.

Qualcuno potrebbe ragionevolmente chiedere: se agire sul piano fisico implica per i Servitori così tanti sforzi, difficoltà e sofferenze, perché allora non si astengono del tutto dall’incarnarsi sulla Terra, aiutando semplicemente il mondo dai piani sottili, lavorando, per così dire, da casa? Le ragioni principali sono due.

La prima, e più importante, è che loro si incarnano sul piano fisico affinché le idee archetipe - formulate con cura dalla Mente Divina - possano vivere attraverso essi sul piano della materia e quindi divenire manifeste per la coscienza umana. Quando queste idee vengono introdotte nella nostra coscienza collettiva essendo rappresentate e vissute da chi fa parte di essa, sono facilmente comprese dall’umanità e diventano parte integrante della sua consapevolezza collettiva e del suo paradigma di vita.

Inoltre, i Servitori in incarnazione fisica possono offrire certe forme di aiuto non realizzabili dalle guide spirituali incorporee dei piani interiori. Ad esempio, grazie alla loro esistenza fisica, i Servitori che hanno assunto un corpo terreno sono in grado di contattare gli umani dall’esterno. Di conseguenza, il loro aiuto è estendibile anche a quelli che non sanno connettersi alle entità invisibili dei piani interiori o segreti della vita; il loro amore può essere quindi apprezzato anche da chi resta scettico riguardo ai mondi sottili. Sia chiaro, comunque, che questo supporto individuale è solo una piccola parte del compito complessivo dei Servitori, e al momento opportuno la missione collettiva principale si rivelerà, quando i risultati del Grande Lavoro delle Epoche cominceranno a manifestarsi sulla Terra.

Molti dei Servitori che si sono incarnati principalmente per aiutare l’umanità in questo periodo di transizione, cominciano solo ora, oggi, a percepire la presenza assai vicina di un vasto ordine di Intelligenze Cosmiche nascoste ai più, alle cui schiere divine appartengono per natura. Col formarsi nelle loro menti di ricordi vaghi eppur familiari, secondo un processo di richiamo alla memoria predeterminato e rivoluzionario che sta ora accelerando in tutto il mondo, questi Servitori stanno cominciando a provare coscientemente una sensazione di enorme finalità e urgenza nelle loro vite.

Il velo dell’oblio che è stato imposto loro per necessità, viene ora rimosso da mani invisibili, in modo che possano riacquisire le loro memorie e le loro facoltà spirituali superiori. I Servitori si stanno risvegliando per prepararsi a un grande e nobile lavoro, le cui ramificazioni hanno importanza universale.  Stanno cominciando a richiamare alla memoria lo scopo del loro dovere nei confronti dell’umanità e del Pianeta Terra, a ricordare che sono una parte essenziale di un’immane sforzo collettivo, di un compito tremendamente importante, il cui scopo si è esteso per milioni di anni, attraverso miriadi di incarnazioni sulla Terra e su altri pianeti e dimensioni, il tutto finalizzato all’ormai imminente gloria finale. Nel loro parziale ricordo di tutto ciò, i Servitori percepiscono con immensa gioia di essere vicini alla grande realizzazione di una fase vitale del Piano Divino per la Terra, il Sistema Solare e tutto ciò che è oltre, i cui risultati provocheranno riverberazioni che faranno avanzare lo sviluppo della vita in tutto l’Universo.

 

Passato e Futuro

Io vi dico che i bambini di ieri stanno seguendo il funerale dell’era che hanno creato per sé stessi. Sono aggrappati a una corda marcescente che potrebbe spezzarsi da un momento all’altro e farli precipitare in un abisso dimenticato. Vi dico che vivono in case dalle deboli fondamenta. Quando la tempesta infurierà - e lo farà presto - queste case crolleranno sulle loro teste, diventando così le loro tombe. Dico che tutti i loro pensieri, i loro  discorsi, le  loro  dispute, i loro libri e tutti i loro lavori non sono altro che catene che li trascinano in basso, perché loro sono troppo deboli per sostenerne il peso.

Ma i bambini di domani sono quelli scelti dalla vita, e la seguono con passo fermo e a testa alta. Sono gli albori delle nuove frontiere; nessun fumo oscurerà i loro occhi e il rumore di nessuna catena coprirà mai le loro voci. Sono pochi di numero, ma la differenza è come quella tra un chicco di grano e un covone di fieno. Nessuno li conosce, ma loro si conoscono l’un l’altro. Sono come cime di montagne,che si possono vedere e sentire tra di loro - non come le caverne, che non possono vedersi ne sentirsi. Sono il seme che la mano di Dio ha sparso nel terreno, e che si sta schiudendo per aprire le sue giovani foglie alla luce del sole. Diventerà un albero possente: le radici nel cuore della Terra e i rami alti nel cielo.

Kahlil Gibran