Le profezie E-mail

Molti conosceranno la Bibbia e le sue rivelazioni, scritte in parte per gli uomini del nostro tempo nel più grande e più esoterico libro dell'emisfero occidentale. In questi scritti troviamo alcune risposte su ciò che dovrà ancora accadere. Dobbiamo unicamente tradurre nel linguaggio odierno il messaggio o la promessa di allora, senza l'intervento di profeti moderni. Occorre tuttavia tener presente che le parole trasmesseci in questi scritti ebbero in gran parte origine da profeti, motivo per cui, nelle nostre decisioni, non dobbiamo mai trascurare queste profezie.

I profeti, chiamati anche canali, ricevono i loro messaggi sia in stato cosciente come pure incosciente. I canali dell'inconscio non hanno controllo sul loro corpo fisico durante la trasmissione dei messaggi, da ciò la possibilità che un'entità inferiore possa interferire quando manca un'adeguata protezione. Ai canali, cui pervengono messaggi in stato di piene coscienza, ciò può pure accadere, ma l'interlocutore ha la possibilità di interrompere la trasmissione.

Ogni uomo possiede la capacità di diventare canale ricettivo (profeta) poiché per questo compito occorre “solo” risvegliare le facoltà della telepatia. Purtroppo, dal punto di vista spirituale, molti non sono ancora maturi per assumere certi compiti. Sulla Terra i canali puri sono pochi, però la quantità non ha importanza. Ce ne sono per contro molti falsi che inviano messaggi ad altri canali per fare i propri interessi. Ci sono pure quelli che ricevono messaggi dalla bassa vita astrale, che dicono nulla di buono. Ciò accade, come già accennato, affinché si impari ad ascoltare la nostra voce interiore ed accrescere la nostra facoltà di discernimento. Occorre tuttavia essere prudenti poiché tanti falsi profeti appariranno nel periodo finale.

C'è in proposito la citazione di un messaggio di Cristo Gesù: “Dalle loro parole riconoscerete i veri dai falsi profeti. Ciò che non è amore non è da Me. Io amo anche il più debole dei miei bambini poiché tutti sono Miei fratelli; alcuni sono semplicemente più in alto sulla scala di Giacobbe.” (fine citazione)

Tutto ciò che un uomo riceve gratuitamente “dall'alto”, egli lo deve passare gratuitamente ad altri; e tutti coloro che vogliono trarre un guadagno personale da queste cognizioni, ne subiranno le conseguenze. Questi “ciarlatani” si condannano da sé stessi secondo la legge cosmico divina.