Suicidio E-mail

Quando un uomo commette suicidio la sua anima si ritroverà su di un basso piano astrale ad un livello con poca Luce. Secondo il motivo del suo fallimento nella vita, la sua anima giungerà ad uno scomodo livello nero, grigio o grigio chiaro, dove dovrà sostare finché ha riconosciuto i propri errori, che potrà poi correggere reincarnandosi in un pianeta corrispondente alla sua evoluzione.

In questo luogo vivrà la sua vita finché si ritroverà con gli stessi problemi di allora, che, una volta risolti, permetterà all'anima di proseguire nella sua evoluzione. Il problema potrebbe anch'essere un altro, ma di uguale gravità.

Qualora anche questo problema non trovasse soluzione e l'uomo commette di nuovo suicidio, la sua anima dovrà nuovamente ritornare nella corrispondente vita astrale, finché riconoscerà il suo errore e di nuovo potrà reincarnarsi. Solo allora, quando avrà superato questo ostacolo, potrà di nuovo risalire. Il suicidio impedisce quindi l'uomo nella propria evoluzione e nell'avanzata verso la Luce e ciò per secoli od anche millenni.