“Castigo di Dio?” E-mail

L'umanità odierna si trova ora nella medesima situazione come ai tempi di Noè, che viveva sul continente Atlantide, Circa 15.000 anni fa, verso la fine di quella civiltà, una gran parte della popolazione rubava, mentiva, accedeva con sesso e droghe e non osservava più le leggi cosmico/divine, proprio come accade tutt'oggi. Anche allora, come al giorno d'oggi, gli uomini amavano il denaro, i gioielli, abiti ed altre ricchezze, ma della spiritualità non volevano saperne.

Anche allora ci fu una trasformazione sulla Terra. Fu eseguita con l'acqua, perché il mondo venne e verrà sempre purificato quando le “impurità” prendono il sopravvento. Ognuno arriva a comprendere facilmente questo confronto con i tempi odierni.

Dal punto di vista delle nostre diverse Comunità di fede, queste trasformazioni, risp. Purificazioni, vengono recepite come una “punizione divina”. Però Dio non punisce mai! Lui si limita a giudicarci, perché Lui è amore, e tutto ciò che nasce dall'amore aiuta l'evoluzione di tutto il cosmo, e così pure dell'umanità, anche se questa deve soffrire per il suo errato comportamento.

Trasformazioni, che causano catastrofi di diversa natura, non possono venir considerate come eventi naturali che sempre si ripetono, come asserisce la scienza. Esse non solo causano assestamenti nella struttura del pianeta Terra, ma servono a dissipare tutte le vibrazioni negative, che vengono prodotte in continuazione da errati pensieri ed azioni. Perciò Dio non punisce mai e non è nemmeno un giudice, perché Lui con questo atteggiamento, con queste azioni di purifica, ci aiuta a correggere le nostre false abitudini.